Sfruttare le fibre ottiche per individuare piccoli movimenti causati da faglie sul fondale del mare a largo della Sicilia usando l’infrastruttura sottomarina dei Laboratori Nazionali del Sud dell’Infn, in fase di completamento grazie ai fondi della Regione Sicilia, progetto Idmar. È questa l’idea dello scienziato francese Marc-André Gutscher (CNRS-Univeristà di Brest) su cui l’European Research Council (ERC) ha deciso di investire assegnando al progetto FOCUS un Advanced Grant, per un totale di 3,5 milioni di euro in 5 anni. Focus validerà una nuova tecnologia testando la tecnica della riflettometria laser, comunemente usata per il monitoraggio di strutture ingegneristiche, per rilevare piccoli movimenti sismici sulla faglia sottomarina del monte Alfeo, ad Est delle coste di Catania, in collaborazione con Infn e Ingv.

Continua a leggere…